Come ottenere il Superbonus senza rischi

La soluzione per installare il fotovoltaico e accedere alla detrazione del 110%

Pubblicato il 18 Agosto 2020 / Soluzioni energetiche

Come funziona il Superbonus

Le agevolazioni introdotte con il Decreto Rilancio consentono di beneficiare della detrazione del 110% per la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica. Per ottenere il Superbonus è tuttavia necessario che i lavori assicurino all’edificio un miglioramento di almeno 2 classi energetiche.

Nella Guida al Superbonus 110%, abbiamo visto che la detrazione riguarda le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per gli interventi indicati. In più, i beneficiari possono anche optare per la cessione del credito a fornitori e altri soggetti, così da non dover effettuare alcun tipo di investimento iniziale.

Resta ora da capire concretamente come ottenere il Superbonus. In questo articolo facciamo luce sull’argomento, focalizzando la nostra attenzione su uno dei sistemi più efficaci per ridurre le proprie spese energetiche: il fotovoltaico.

come-ottenere-il-superbonus

Il fotovoltaico, da solo, non basta

È doveroso premettere che, installare semplicemente un sistema fotovoltaico, non basta a ottenere la detrazione delle spese. Infatti, la riqualificazione energetica richiesta per il Superbonus riguarda innanzitutto gli interventi “trainanti” previsti dal provvedimento: l’isolamento termico e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati.

L’attivazione di un impianto fotovoltaico connesso alla rete elettrica, così come l’installazione di un sistema di accumulo integrato, sono invece interventi aggiuntivi. Cioè, se realizzati insieme a quelli trainanti, contribuiscono a fare il salto di 2 classi energetiche richiesto per il Superbonus. Se effettuati da soli, anche in caso di effettivo raggiungimento del doppio salto, non permettono invece di accedere alla detrazione del 110%.

Cerchiamo a questo punto di capire, allora, come abbinare un impianto fotovoltaico a un sistema di climatizzazione. È questo, infatti, il modo più efficiente per assicurare la realizzazione delle condizioni d’accesso al Superbonus e per ottenere la massima resa in termini di risparmio energetico.

Fotovoltaico e Climatizzazione

Una pompa di calore ad alta efficienza rappresenta il sistema di climatizzazione più vantaggioso per ridurre le proprie spese energetiche. Il suo principio di funzionamento consente, infatti, di utilizzare l’energia termica proveniente da una fonte naturale (aria, acqua o terra) permettendo così il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti.

Le pompe di calore ibride assicurano, poi, un risparmio di energia ancora più notevole, soprattutto in zone climatiche e situazioni impiantistiche critiche. La tecnologica classica di una pompa di calore viene combinata, in questo caso, con una caldaia a condensazione. Ciò consente di abbattere ulteriormente i consumi attraverso un sistema che prevede un’installazione ben poco impattante.

L’ottenimento del duplice salto di classe energetica può dunque essere raggiunto affiancando la pompa di calore ibrida a un impianto fotovoltaico, con l’ulteriore possibilità di integrare un sistema di accumulo che massimizzi l’autoconsumo di energia. Si tratta della soluzione ideale per case unifamiliari, ma anche un’interessante occasione per tutte quelle abitazioni presenti all’interno di edifici plurifamiliari e che sono funzionalmente indipendenti.

Fai attenzione a chi ti affidi!

L’accoppiata pompa di calore-fotovoltaico è senz’altro la migliore opportunità per risparmiare sulle spese energetiche e rappresenta l’opzione ottimale per accedere al Superbonus. Tuttavia, proprio per quanto riguarda il Superbonus è necessario affidarsi a operatori competenti e affidabili.

Il rischio concreto è quello di realizzare interventi sbagliati, sia per il fotovoltaico che per la climatizzazione. Impianti mal dimensionati o tecnologicamente non adeguati possono compromettere l’ottenimento dei requisiti necessari al Superbonus. In tal caso, inevitabilmente, la conseguenza è quella di dover sostenere tutte le spese per i lavori svolti.

Il consiglio è quello di scegliere un interlocutore affidabile che indichi chiaramente le soluzioni tecnologiche proposte, le performance attese e il costo economico delle attività. È fondamentale, quindi, evitare operatori improvvisati e optare per imprese esperte e qualificate che sanno sul serio cosa fare.

Perché scegliere Moods Energy

Moods Energy ti offre sempre soluzioni chiare, trasparenti e su misura per te. Grazie al nostro know-how, progettiamo, realizziamo e certifichiamo interventi chiavi in mano che ti assicurano il massimo dell’efficienza e l’effettivo doppio salto di classe energetica.

Dal punto di vista normativo, ti garantiamo inoltre il rispetto di tutti i vincoli previsti dal Decreto Rilancio e l’attestazione di prestazione energetica pre e post intervento. Le nostre asseverazioni tecniche ti permettono di rispettare i requisiti tecnici necessari per ottenere le agevolazioni e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.
Per saperne di più su come ottenere il Superbonus, compila il modulo in basso e sarai ricontattato da uno dei nostri esperti.

Sappiamo come aiutarti.
Scrivici!

Inserisci qui i tuoi dati, ti ricontatteremo presto.