Come scegliere il proprio fornitore energetico nel Mercato libero?

Verso la fine del Mercato Tutelato

Scritto da Redazione Moods Energy il 16 Novembre 2020 / Il mondo dell'energia

Il miraggio del Mercato Libero: scegli il tuo fornitore energetico con attenzione

Il Mercato Libero dell’energia fu inaugurato il primo luglio del 2007, in seguito al processo di Liberalizzazione derivante dal noto Decreto Bersani, che a sua volta recepiva ufficialmente le indicazioni della direttiva comunitaria del 1996 volta alla creazione del Mercato Unico dell’energia in Europa.

Contestualmente furono definiti i servizi di tutela denominati Mercato Tutelato Elettrico e Offerta di Tutela Gas: servizi di fornitura di Energia Elettrica e Gas Naturale le cui condizioni contrattuali ed economiche sono definite dall’Autorità – ARERA. Questi servizi furono pensati per offrire un’alternativa ai clienti finali di piccole dimensioni nell’attesa che scegliessero un venditore nel mercato libero: parliamo di milioni di famiglie e di imprese con fornitura in Bassa Tensione, con meno di 50 dipendenti ed un fatturato annuo inferiore ai 10 MLN €.

Il permanere dei servizi di tutela per buona parte degli utenti del mercato ha, di fatto, procrastinato un’adesione ampia e generalizzata alle offerte del Mercato Libero, lasciando così la riforma a metà.

Il momento del Mercato Libero dell’energia sembra sia finalmente arrivato

Ad oggi, dopo anni di slittamenti (ultimo quello del 01/07/2020), in attuazione al D.L. 30 dicembre 2019, n. 162 “Decreto Milleproroghe 2019” nello Stralcio per le disposizioni in materia di ambiente, energia, territorio, riorganizzazione del Gestore dei Servizi Energetici (GSE) – (G.U. 31 dicembre 2019, n. 305) pare che la normativa sia stata finalmente definita prevedendo un progressivo passaggio dal Mercato Tutelato a quello Libero, durante il quale i servizi di tutela di prezzo non saranno più disponibili, rispettivamente, per le PMI dal 1° Gennaio 2021, mentre per le famiglie dal 1° Gennaio 2022.

Non è ancora ben definito lo status delle utenze aziendali che dal prossimo 01/01/2021 non godranno più della disponibilità del prezzo pubblicato dall’Autorità; con ogni probabilità ci sarà una fase transitoria di fornitura di “Salvaguardia” che fornirà offerte economiche con prezzi tali da indurre i clienti finali a finalizzare quanto prima la propria scelta con una società di vendita in Mercato Libero.

Sarà dunque più conveniente per tutti scegliere il proprio fornitore tra gli operatori del Mercato Libero, avvantaggiandosi per esempio di opzioni tariffarie a Prezzo Fisso, che invece non sono disponibili sulle piattaforme di Tutela del mercato elettrico e del gas.

Quindi, come scegliere il proprio fornitore energetico sul Mercato Libero?

La grande maggioranza degli utenti si troverà di fronte a una scelta obbligata, ma che consigliamo di affrontare con la dovuta calma. Sarà garantita, infatti, la continuità del servizio anche per quelle utenze che non sceglieranno subito il proprio nuovo fornitore energetico nel Mercato Libero, rispettando così l’inderogabile principio di salvaguardia della somministrazione.

Per chi vorrà migrare verso un altro fornitore energetico presente sul Mercato Libero sarà necessario stipulare un nuovo contratto di somministrazione con una società di vendita, la quale si occuperà della gestione tecnica e burocratica della presa in carico della fornitura (Switch In) senza alcuna discontinuità di servizio. Sarà importante scegliere bene il proprio nuovo partner energetico, soprattutto per non correre rischi su tariffe e contratti.

Moods Energy è pronta ad accogliere i nuovi clienti del Mercato Libero con tariffe competitive, contratti trasparenti e una bolletta Chiara ed esaustiva, per proporre agli utenti energia e gas al giusto prezzo, tenendoli al riparo da brutte sorprese.

Moods Energy, infatti, sa bene quanto trasparenza delle offerte e certezza dei consumi siano armi importanti per determinare il futuro energetico degli italiani e l’attenzione che bisognerà porre a questi aspetti sarà fondamentale per gestire il passaggio al Mercato Libero nel modo più consapevole e sereno possibile.


Scritto da Redazione Moods Energy il 16 Novembre 2020 alle ore 11:11 / Il mondo dell'energia

Sappiamo come aiutarti.
Scrivici!

Inserisci qui i tuoi dati, ti ricontatteremo presto.